News

Primaria

Torna indietro

Arte, tecnologia e poesie per liberare la creatività

Dipartimento Comunicazione / 05 maggio 2021

Perché l’ora di arte piace ai ragazzi

Tutti sanno che l’ora di arte a scuola è vissuta spesso con entusiasmo e spensieratezza dai nostri alunni della scuola primaria proprio per la componente personale artistica insita in ogni bambino attraverso la quale essi si sentono liberi di esprimersi: ogni alunno si sente svincolato artisticamente senza aver paura di un voto o di un giudizio come nelle altre discipline, perché l’arte non è mera conoscenza ma qualcosa che ognuno di noi coltiva dentro di sé fin dalla nascita. È una disciplina che aiuta ad apprezzare gli altri, a capirli meglio ma soprattutto ad esprimere le proprie emozioni attraverso segni e colori. Allora saremo portati a definire le capacità artistiche “doti” e non competenze che ciascuno di noi ha in maniera diversa in quanto diverso per vissuto, esperienze, carattere, modo di vedere il mondo esterno ecc. ecc.

Come un’attività ricreativa può accumunare elementi di tecnologia e comunicazione?

Facciamo un passo avanti, i ragazzi di quinta primaria assieme alla loro insegnante di Arte e Immagine, Francesca, hanno voluto sperimentare un programma presente sul Web: Word Cloud Art creator, per creare bellissime nuvole di parole che trasformano, brevi testi poetici o semplici parole in forme con diversi tipi di carattere, colori e layout di parole.

Ecco alcuni esempi dei lavori svolti sia con il pc che a mano libera dai ragazzi.

Siamo sicuri sia una novità questo modo di creare immagini?

Il risultato di questo interessante lavoro non è stato però solo quello di mettere in relazione le capacità espressive, linguistiche e artistiche di ciascun alunno ma, soprattutto, di far comprendere ai ragazzi che quello che stavano sperimentando,  lo avevano già inventato secoli prima quando i miniatori medievali, per esempio, trasformavano il capolettera in una piccola opera d’arte figurativa basandosi sulle forme geometriche delle varie iniziali;

o ancora conoscendo uno dei più famosi autori di calligrammi: il poeta francese Guillaume Apollinaire, celebre quello a forma di torre Eiffel del 1918 con cui manda saluti dalla Francia (fig. 2).

Credo sia doveroso far capire ai ragazzi l’importanza della storia, di quello che c’è stato prima di noi, dei personaggi che hanno “fatto la storia” perché, il progresso e la tecnologia ci rendono migliori solo se abbiamo ben presente il passato in tutti i suoi aspetti e gli sforzi che si sono succeduti per arrivare ai nostri giorni, per avere tutte le comodità di cui usufruiamo quotidianamente senza rendercene conto…

Dovrebbero capire che un Pc non è perfetto; è l’uomo, con la sua intelligenza e sensibilità a renderlo uno strumento di lavoro utile, a volte necessario ma che non si sostituirà mai all’essere umano.

Questo lavoro interdisciplinare ha dato molti spunti di riflessione oltre ad aver divertito molto i ragazzi che, durante la DAD, con grande entusiasmo hanno spiegato anche a me come creare le mie Word Art personalizzate!

Grazie alla maestra di Arte e grazie a voi ragazzi.

Elena Borsetto

Insegnante Scuola Primaria

Dove trovarci
Padova Corso Vittorio Emanuele II, 126
35123 Padova
049 88.03.122 049 88.00.047
P.I. e C.F. 00723380283