News

Istituto

Torna indietro

Il Teresianum aderisce al Progetto Internazionale “ Io posso”

Redazione / 01 febbraio 2019

Lo scorso mese di dicembre è iniziato il corso formativo per i docenti dell’Istituto inerente il progetto internazionale “ Io posso” , iniziativa importante  per la nostra scuola teresiana in quanto  permetterà la sperimentazione di una nuova metodologia didattica, qualla del Design for change, che intercetta chiaramente la Proposta Educativa Teresiana, favorendo una rinnovata presa di coscienza sul nostro essere “teresiani”.

Nel capitolo sull’educazione della Proposta Educativa Teresiana (PET) si legge che, nelle nostre scuole, siamo chiamati ad educare le nuove generazioni a costruire una cultura solidale e di pace e ciò può avvenire solo attraverso la costruzione di personalità solide, capaci di intrecciare relazioni interpersonali autentiche. Come teresiani dobbiamo educare i nostri alunni per la vita, formandoli quali soggetti di incontro, capaci di collaborare nella costruzione di una nuova civiltà sempre più democratica, interculturale, inclusiva e solidale. Per definire gli alunni teresiani la PET propone un’espressione potentissima, li definisce come veri e propri TRASFORMATORI SOCIALI, cioè uomini e donne in grado di impegnarsi quotidianamente, in prima persona, in azioni concrete per trasformare i loro contesti di vita, in reali ambienti inclusivi e solidali.

In Spagna le nostre scuole della Fondazione Teresiana hanno già partecipato al progetto e, tra queste, si ricorda la Scuola primaria di Oviedo il cui progetto, “Senza ecologia non c’è vita: promuoviamo il compostaggio” ha ricevuto una menzione speciale per il reale cambiamento apportato nel quartiere in cui si trova il centro scolastico, che è situato in una zona rurale limitrofa alla città. Più di 100 persone della zona, grazie al progetto promosso, sono state sensibilizzate sulla questione e hanno ottenuto gratuitamente il contenitore per avviare il servizio di compostaggio domestico. I docenti raccontano che hanno coinvolto gli alunni a partire dalla domanda chiave: Cosa possiamo fare per il nostro pianeta? e successivamente, attraverso la lettura attenta del contesto, si sono riconosciute le esigenze ambientali locali più urgenti. Il mettersi in gioco in prima persona dei bambini, con la loro creatività, li ha resi protagonisti di un chiaro intervento di cambiamento sul territorio. Tutto ciò si è potuto concretizzare attraverso la metodologia del Design for Change, che ha  favorito la prossimità, la partecipazione, la collaborazione, l’azione di trasformazione.

Considerati dunque questi aspetti, come docenti consideriamo il progetto come un’occasione da non perdere, perché interessante, stimolante, concreta e reale esperienza per la riflessione e il cambiamento di tutti noi.

Dove trovarci
Padova Corso Vittorio Emanuele II, 126
35123 Padova
049 88.03.122 049 88.00.047
P.I. e C.F. 00723380283